Primo Focus Group su Servizi Innovazione. Il caso di Pesaro e Urbino

Continuano gli incontri dei Focus Group per condividere buone pratiche di gestione dei Servizi, approfondire e confrontarsi su soluzioni organizzative, sulle innovazioni tecnologiche e informative delle amministrazioni provinciali nei tre settori individuati dal progetto Province & Comuni.

Primo incontro su Innovazione Tecnologica

Al primo incontro dei Focus Group sul tema Innovazione Tecnologica hanno partecipato 6 Province per un totale di oltre 20 iscritti. Anche in questo caso, come avvenuto nel primo Focus Group sulla Stazione Unica Appaltante, si è iniziato con un giro di presentazioni, per poi concentrarsi su un caso modello: l’esperienza del Centro Servizi Territoriale di Pesaro e Urbino.

Il caso della Provincia di Pesaro e Urbino

L’esperienza del Centro Servizi Territoriale di Pesaro e Urbino parte da lontano: una storia avviata nel 1996, con l’apertura di un ufficio Servizi Informativi a Cittadini e Imprese, che poi si è evoluto nel tempo. Oggi l’obiettivo è di supportare tecnologicamente e anche dal punto di vista organizzativo i piccoli comuni. Il modello di Pesaro e Urbino si basa su un sistema totalmente pubblico, con un lavoro di gruppo costante che prevede la condivisione di conoscenze e obiettivi. Da un punto di vista tecnico il Servizio si basa sull’utilizzo di software open source. Il Centro di Pesaro e Urbino offre servizi a Comuni, unioni montane, unioni di comuni ed enti territoriali: il 92% dei comuni del territorio provinciale hanno aderito all’iniziativa, avvalendosi del supporto del Centro Servizi per il quinquennio 2021-2025.

Le esigenze degli enti e le preferenze dei Comuni

La mole di lavoro elaborata negli anni ha permesso al Centro Servizi Territoriale di Pesaro e Urbino di tirare le somme sulle esigenze dei Comuni serviti. Il grafico evidenzia chiaramente il bisogno di supporto nell‘area informatica, con un focus su reti e innovazione.

Il ruolo dell’Open source e del Data Center

Da un punto di vista tecnico e informatico è evidente come le scelte del Centro Servizi Territoriali di Pesaro e Urbino abbiano agevolato il lavoro di gestione interna e favorito l’innovazione digitale dei Comuni. L’ufficio è in possesso di un Data Center che si trova nella sede centrale di Pesaro, con un sistema di 7 nodi funzionanti e 135 macchine virtuali per un totale di 50 Tbyte di archivio messo in rete.

Altro aspetto interessante è la scelta dell’Open Source: fin dall’inizio il Centro Servizi ha preferito utilizzare quando possibile un software con codice accessibile pubblicamente (Debian GNU/Linux), con il vantaggio di non avere alcun costo di licenza, con la possibilità di riusare il software e con il supporto di una community internazionale di sviluppatori. Grazie a questa infrastruttura il Centro Servizi Territoriali di Pesaro e Urbino può svolgere il ruolo di provider, registrare domini Internet per conto di altri enti, fornire connettività, servizi di posta elettronica, può gestione di documenti tramite DocWeb, e ha la possibilità di fornire agli enti infrastruttura di Cloud (spazio di archiviazione in rete).

Seguici sui social

5,572FansMi piace
2,426FollowerSegui
61IscrittiIscriviti

LE ULTIME

Servizio Innovazione, le buone pratiche individuate dall’Università di Perugia

Anche il settore Innovazione è stato oggetto dell'accurata analisi dell'Università di Perugia sullo stato delle Province, in relazione al nuovo loro ruolo di supporto ai...

Ricerca dell’Università di Perugia. I modelli virtuosi della Stazione Unica Appaltante

Il Dipartimento di Scienze politiche dell'Università degli studi di Perugia, ha realizzato per il progetto Province&Comuni un accurato monitoraggio della situazione delle amministrazioni provinciali...

Servizio Europa, le realtà virtuose individuate dalla ricerca dell’Università di Perugia

Il monitoraggio del Dipartimento di Scienze politiche dell'Università degli studi di Perugia, ha individuato le migliori pratiche, oltre al Servizio Innovazione e Stazione Appaltante,...

Assemblea dei Presidenti di Provincia 2021. I progressi di Province&Comuni

A Parma si è svolta l'Assemblea dei Presidenti di Provincia dove in apertura sono stati presentati e condivisi i progressi del Progetto Province&Comuni. L'introduzione del...

NEWS CORRELATE

Servizio Innovazione, le buone pratiche individuate dall’Università di Perugia

Anche il settore Innovazione è stato oggetto dell'accurata analisi dell'Università di Perugia sullo stato delle Province, in relazione al nuovo loro ruolo di supporto ai...

Ricerca dell’Università di Perugia. I modelli virtuosi della Stazione Unica Appaltante

Il Dipartimento di Scienze politiche dell'Università degli studi di Perugia, ha realizzato per il progetto Province&Comuni un accurato monitoraggio della situazione delle amministrazioni provinciali...

Servizio Europa, le realtà virtuose individuate dalla ricerca dell’Università di Perugia

Il monitoraggio del Dipartimento di Scienze politiche dell'Università degli studi di Perugia, ha individuato le migliori pratiche, oltre al Servizio Innovazione e Stazione Appaltante,...

Assemblea dei Presidenti di Provincia 2021. I progressi di Province&Comuni

A Parma si è svolta l'Assemblea dei Presidenti di Provincia dove in apertura sono stati presentati e condivisi i progressi del Progetto Province&Comuni. L'introduzione del...

Focus group su Servizio associato politiche europee. Il caso Seav della Provincia di Brescia

Continuano i Focus Group organizzati nell'ambito del progetto Province&Comuni. Il terzo incontro sul Servizio associato politiche europee ha visto la condivisione del modello del...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui